Also Available in:

Il serpente fossile bebè frustra ulteriormente l’evoluzione

da
tradotto da Matteo d’Ambrosio per AISO (Associazione Italiana Studi sulle Origini)

Ming Bai/Academia delle Scienze Cinesebaby-snake-in-amber

Una serie di serpenti fossili ha portato a entusiasti rapporti di notizie scientifiche negli ultimi anni.1 L’ultimo è un minuscolo fossile di serpente (lungo 5cm o 2”) del Myanmar, che si pensa possa essere stato un embrione o un esemplare molto giovane. Secondo un membro del gruppo di ricerca, il paleontologo Prof. Michael Coldwell dell’Università di Alberta, “Questo è il primissimo fossile di serpente bebè che abbiamo mai trovato.”2 Ritenendo che abbia 98,8 Ma (milioni di anni) di età, “dall’età di dinosauri”, lo hanno chiamato Xiaophis myanmarensis.3

Le ossa del giovane serpente erano splendidamente conservate nell’ambra, un materiale simile alla plastica che in precedenza era resina di alberi. Il fossile mostra 97 vertebre e costole ma il cranio non è stato trovato. Si presume che alcuni frammenti di pelle di serpente facendo la muta, e sparsi nelle vicinanze, provengano dalla creatura. Tuttavia, non vi era traccia di zampe posteriori o persino di un bacino (anca), sebbene questi siano noti da alcuni serpenti fossili “più giovani”. Ciò è significativo perché gli evoluzionisti credono che i serpenti “precedenti” (più vecchi di 100 Ma nel loro pensiero) possedessero le gambe ma che queste andarono gradualmente perdute. Pertanto, mentre ci si sposta attraverso gli strati fossili verso tempi sempre più “recenti”, ci si aspetta una riduzione delle dimensioni delle zampe di serpente fino a quando non si perdono del tutto. La sequenza dei fossili non supporta questa idea e Xiaophis frustra ulteriormente la storia evolutiva ordinata. Mentre mancava di anca o di arti, i fossili di serpente “più giovani” li possedevano, come Eupodophis vecchio 94 Ma.4 I serpenti moderni mancano di arti.

Pertanto, applicando un ragionamento di attualismo/evoluzionismo standardizzato alle prove fossili così come sono, le gambe furono perse, riguadagnate e perse di nuovo durante l’evoluzione, ma ciò viola un precetto evolutivo chiamato Legge di Dollo.5

Pranee Tiangkate © 123rf.com
snake

I risultati sono stati pubblicati su Science Advances e gli scienziati riconoscono che l’anatomia di questa creatura è simile ai giovani serpenti di due specie moderne, il Cylindrophis e il comune Biscia dal Collare. In realtà, “Xiaophis fornisce prove dirette che molti aspetti dell’ontogenesi vertebrale del serpente [l’origine e lo sviluppo delle ossa spinali del serpente] sono rimasti invariati per quasi 100 Ma …”3 In altre parole, il nuovo fossile non fornisce alcuna prova di qualsiasi anatomia del serpente alterato durante i presunti milioni di anni. Per questo motivo troviamo articoli dichiarando che essi sono “congelati nel tempo” e l’ammissione che ciò rappresenta, “Un nuovo capitolo sull’evoluzione dei primi serpenti”.6 La sequenza dei fossili di serpenti continua a dire “No” all’evoluzione!

Riferimenti

  1. Bell, P., Standard snake evolution story stymied by spate of fossil discoveries, (creation.com/snake-evolution-story-stymied) J. Creation 29(3):8–10, Dicembre 2015. Torna al testo.
  2. Briggs, H., Baby snake ‘frozen in time’ gives insight into lost world, bbc.co.uk/news, 19 Luglio 2018. Torna al testo.
  3. Xing, L. et al, A mid-Cretaceous embryonic-to-neonate snake in amber from Myanmar, Science Advances 4(7), 18 July 2018 | doi: 10.1126/sciadv.aat5042; advances.sciencemag.org, consultato 9 Ottobre 2018. Torna al testo.
  4. Sarfati, J., Another leggy snake? What should creationists think? (creation.com/another-leggy-snake) 29 Aprile 2008. Torna al testo.
  5. La Legge di Dollo non permette un dietrofront evolutivo: vedere Bell, P., Evolution revolution,(creation.com/evo-revo) Creation 25(3):31, 2003. Per non essere scorretti, molti evoluzionisti affermano che non deve essere considerata una legge come lo è, per esempio, la gravità. Torna al testo.
  6. Simões, T.R., A new chapter on early snake evolution: the tale of the baby snake in amber, natureecoevocommunity.nature.com, 19 Luglio 2018; consultato 9 Ottobre 2018. Torna al testo.